Gēmen

哥们

bro

appellativo che si usa tra amici molto stretti, letteralmente fra / frate / fratellì. Un modo più terra terra per chiamare un 兄弟 xiongdi.

A Beijing si aggiunge chiaramente la 儿 finale, se no di che stiamo a parlà?

PS non fare come un mio amico siculo che aveva un accento molto marcato e al posto di 哥们 gli usciva spesso 肝门 ganmen.

SānQ

3Q

Thank you

Il numero 3 si legge 三 sān e 3Q si pronuncia in cinese come
“sankiu”. Se hai avuto a che fare con persone che abusano di chinglish,
sai anche che alle volte può capitare di sentirgli ripetere sfilze di “sankiu sankiu” per avergli dato una mano o fatto un piccolo favore, oppure dopo che ti hanno 蹭 cèng “scroccato” una sigaretta, tanto per rifarci al CDS appena visto.

Lǎobǎixìng

老百姓

Cittadino comune

Lǎobǎixìng è il termine che viene utilizzato per indicare tutta la fascia di popolazione con un reddito medio basso: la gente, il popolo, la classe lavoratrice, il cittadino comune che beve báijiǔ e d’estate indossa il beijing bikini.

ESEMPIO

一般老百姓喜欢去的海滩都在南方。
Yībān lǎobǎixìng xǐhuān qù dì hǎitān dōu zài nánfāng
Le spiagge dove piace andare alla gente comune si trovano tutte a sud.

老百姓不赞成地方政府的新政策
Lǎobǎixìng bù zànchéng dìfāng zhèngfǔ de xīn zhèngcè.
I cittadini non approvano la nuova politica del governo locale.

Kāiménjiànshān

开门见山

Parlare in modo diretto

Un chengyu di quelli che non si capisce se non te lo spiegano perché letteralmente sarebbe “aprire la porta e vedere la montagna”. Ah beh… e questo vorrebbe dire “parlare in modo diretto”… annamo bene!

In una società in cui non ti dicono mai le cose come stanno perché hanno paura di farti perdere la mianzi, non ti fidare di quelli che ti dicono che parlano in modo diretto.

L’unico modo per capirne un po’ di più è iscriversi al corso sulla Chinese Business Etiquette!

Chéngyǔ

成语

Idioma

Una frase di 4, 6 o 8 caratteri che diventa una parola sola per esprimere un concetto equivalente a 10milioni di Divine Commedie.

Inventato nel 30mila a.C da qualche imperatore leggendario assieme all’agricoltura, l’irrigazione e gli insulti, è retaggio del cinese classico in cui una negazione può anche essere una affermazione ma nel caso magari è pure una domanda, o significa qualcosa d’altro ancora. Nessuno può dirlo con certezza.

La gente all’epoca non si capiva neanche con sè stessa, figurarsi cosa ne sappiamo noi ora di cosa significhi.

Ah, si dice che i chengyu siano in realtà non esistano ma siano uno scherzo che i cinesi fanno ai 老外 lǎowài che vogliono studiare il cinese. Nessuno di noi sinologi ci ha mai capito niente.

Momento serietà, ce ne sono alcuni anche capibili come 成热打铁 chéng rè dǎtiě, letteralmente “battere il ferro finché è caldo”; o 不醉不归 bù zuì bù guī, ma la maggior parte sono inconprensibili come 班门弄斧 bānménnòngfǔ o 开门见山 kāiménjiànshān.

Jiāyóu

加油

Forza!

Letteralmente “aggiungi olio”, la si può usare in diverse occasioni:

Riguardo la seconda accezione, “Stazione di servizio” si dice letteralmente 加油站 jiāyóu zhàn “stazione per aggiunta dell’olio” o anche “Forza Stazione”, ma se la traduci così all’esame di cinese il prof. ti boccia sicuro pensando “questo è proprio uno 傻逼 shǎbī